Werbung
LEO

Sie scheinen einen AdBlocker zu verwenden.

Wollen Sie LEO unterstützen?

Dann deaktivieren Sie AdBlock für LEO, spenden Sie oder nutzen Sie LEO Pur!

 
  •  
  • Betreff

    adempiere a ..

    Quellen
    si dice: adempiere alle norme....oppure semplicemente adempiere le norme?
    Kommentar
    ..und das von einem Italiener!!!
    VerfasserVenetoina16 Dez. 09, 18:20
    Vorschlagadempiere alle norme
    Kommentar
    Senza dubbio, ma che mi venga un accidente se so perché :-)
    #1Verfasser Chiron (241283) 16 Dez. 09, 18:26
    Kommentar
    Anch'io dico sempre così, Chiron, ma il Treccani dice che il verbo transitivo è quello giusto, dell'intransitivo dice "meno bene". Chissà perché...

    adempiere
    adémpiere (o adempire) v. tr. [lat. adimplēre, comp. di ad- e implēre «empire»] (io adémpio o adempisco, tu adémpi o adempisci, ecc.; part. pass. adempiuto o adempito; le altre forme sono tratte più spesso da adempire). – 1. ant. Riempire interamente, colmare, integrare: fa mestier che Iulio s’armi Sì che di nostra fama el mondo adempi (Poliziano); e s’ineguale è il merto, Adempi di tua grazia i lor difetti (T. Tasso). 2. Eseguire pienamente, compiere, mandare ad effetto e sim.: a. una promessa, un voto, un desiderio; a. la legge, il precetto del digiuno; fu adempiuto il suo comandamento. Anche (meno bene) con uso intr.: a. al proprio dovere, al proprio ufficio. Intr. pron., compirsi, avverarsi: si adempì la predizione dell’antico profeta.
    #2Verfasser Ibnatulbadia (458048) 16 Dez. 09, 18:35
    Kommentar
    Vero Ibna, e anche dall'etimologia il verbo suona inequivocabilmente transitivo (adimpleo - nachfüllen). Tuttavia non credo mi sia capitato una sola volta di sentir usare "adempiere" transitivamente nell'ultimo mezzo secolo, e noto che anche gli esempi di Treccani suonano tutti piuttosto datati.
    Forse è plausibile supporre che da quando "adempiere i propri obblighi morali" è diventato "adempiere agli obblighi di legge", ossia dacché se n'è impadronita prima la giurisprudenza e poi la burocrazia, l'errore accidentale o d'ignoranza di qualche scribacchino si sia propagato incontrollabilmente (com'è già successo in diversi casi, soprattutto con termini poco diffusi) divenendo prima consuetudine e poi regola.
    Lo Zingarelli (1998) riporta entrambe le forme senza sbilanciarsi ; nella maggior parte delle scartoffie ufficiali che me nolente mi sono passato sotto il naso figurava sempre un minaccioso "adempiere a" ; e visto l'uso ormai quasi esclusivamente coercitivo/amministrativo che si fa oggi del termine, sospetto di non essere io l'unico commoner che preferisce usare un sinonimo al parlare come un carabiniere :-)

    Add-on : non è da escludere, anzi mi pare probabile, che l'ipotetico scribacchino di cui sopra abbia fatto confusione fra "adempiere" e "ottemperare", verbi di significato non molto dissimile ed entrambi sorprendentemente poco popolari al di fuori dei pubblici uffici. E secondo il Campanini-Carboni "obtempero" è innegabilmente intransitivo (+dat.)
    #3Verfasser Chiron (241283) 16 Dez. 09, 20:16
    Kommentar
    Discussione interessantissima!
    Il Gabrielli (versione cartacea!)riporta anche un "adempire", il quale forse spiega la forma (instintivamente) "intransitiva" tanto in uso. Forse un lapsus confusionale storico! ;)
    Anche qui non c'è un distinguo come nel Treccani.
    Sono pertanto validi i participi passati "adempito" (adempire) come anche "adempiuto" (adempiere).
    #4VerfasserDante16 Dez. 09, 21:15
     
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  
 
 
 
 
  automatisch zu   umgewandelt